foto dello spettacolo Arturo UI
ultime produzioni
I Sacchi di Sabbia

DIALOGHI DEGLI DEI
È sorprendente come, a distanza di secoli, questi Dialoghi di Luciano continuino ad “intrattenere” l’ascoltatore: queste deliziose miniature, cesellate in un fraseggio agile ed arguto, continuano ad essere “discorsi per far passare il tempo”. Insieme per la prima volta I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica – con il sostegno della Compagnia Lombardi-Tiezzi – si interrogano proprio sul senso profondo della parola “intrattenimento”, alla divertita ricerca di forme desuete per “passare il tempo”.

I 4 MOSCHETTIERI IN AMERICA
Giovedì 18 ottobre 1934 andò in onda la prima puntata de I 4 moschettieri «parodia di Nizza e Morbelli con musiche di E. Storaci», ispirata al celebre capolavoro di Dumas.
Ottant’anni dopo, I Sacchi di Sabbia hanno dato un sequel a I 4 moschettieri: dapprima con un radiodramma – realizzato per Radio 3 all’interno del progetto Radio Days di Santarcangelo 14 – ed ora con questo spettacolo teatrale, dedicato ai bambini, che ripropone, in un’inedita sperimentazione visiva, le atmosfere e i personaggi del radiodramma.

PICCOLI SUICIDI IN OTTAVA RIMA
Iniziata in forma di happening per Inequilibrio e Santarcangelo edizione 2013, l'escursione nella tradizione dei maggi toscani da parte de I Sacchi di Sabbia, dopo una tappa al Teatro Studio di Scandicci, approda alla sua forma definitiva: una raccolta di episodi, recitati in ottava rima e in quartine di ottonari.
Avventura, western, fantascienza (uno degli episodi e' il ben noto L'invasione degli Ultracorpi, in cui temi vegetali e di rinascita si sposano perfettamente con quelli del canto in maggio) sono gli ingredienti di queste piccole allegorie di genere, riformulate secondo quest'antica tecnica popolare.

POP UP Un fossile di cartone animato
Animazione, suono e immagine si fondono nel nuovo capitolo del cantiere produttivo del Teatro delle Briciole "Nuovi sguardi per un pubblico giovane", affidato a I Sacchi di Sabbia.
Reinventando il libro animato in forma teatrale, "Pop up" intreccia le microstorie di un bambino di carta e di una piccola, enigmatica sfera: le evoluzioni ritmiche, cromatiche e sonore del loro rapporto, i loro incontri, le loro specularità, le loro trasformazioni.
Lo spettacolo è in tournèe in Europa per la stagione 2016-2017.

ABRAM E ISAC Sacra rappresentazione in cartoon
Lo spettacolo è una rilettura della Rappresentazione di Abramo ed Isac, scritta nel 1440 dal fiorentino Feo Belcari.
Accogliendo l'oxymoron tra testo antico e un con-testo contemporaneo, l'episodio biblico del sacrificio di Isacco diviene qui il pretesto per una riflessione sull'enigma della comunicazione tra Abramo e Dio, in una dimensione scenica al tempo stesso materica e metafisica, dove la ritualità della "sacra rappresentazione" si colora di nuove impalpabili suggestioni.
Un progetto nato all'interno del festival di Federgat "Teatri del Sacro" nel settembre 2011.

DON GIOVANNI DI W.A.MOZART
L'atto fondante di questo Don Giovanni è parodico. Un'orchestrina piuttosto bizzarra si trova per strana casualità  alle prese con la grande opera di Mozart. Per qualche arcana ragione deve eseguirla a qualsiasi costo, pur non possedendo alcun strumento musicale, e neppure conoscendo la musica.

SANDOKAN, o la fine dell'avventura
"...supponete racchiuse entro le cinta di questo tinello due terribili potenze, che dalle sponde opposte di un rischioso braccio di mare si minacciano! Gli invasori inglesi, coloni a Sarawak e i terribili pirati di Mompracem, giustizieri e paladini dei mari, guidati dall'invincibile Sandokan, la Tigri della Malesia!..."